Accordo finanziario di Roma: il PD lavora con i fatti per l’Autonomia

accordoroma

Il buon lavoro svolto dal governo Renzi sul patto di garanzia finanziario è la conferma, qualora ce ne fosse stato bisogno, che il Partito Democratico, sia provinciale che nazionale, ha a cuore l’Autonomia dell’Alto Adige e lo dimostra con i fatti e non a proclami.

Quello che è stato raggiunto a Roma, grazie anche al contributo del sottosegretario Gianclaudio Bressa, è un accordo che consente alla nostra provincia di contribuire, come è giusto che sia, al risanamento dei conti pubblici, senza però intaccarne l’autonomia finanziaria e consentendo un quadro certo di azione e di prospettiva per il futuro.

Adesso è necessario procedere spediti sulla ridefinizione delle competenze e sulla non più rinviabile riforma dello Statuto d’Autonomia per adeguarlo ai mutamenti avvenuti nella nostra terra e per renderlo sempre più efficace nell’affrontare le sfide future che ci attendono. Il PD farà la sua parte e contribuirà con idee e proposte, sia a livello nazionale che locale, avendo come visione un Alto Adige, moderno, inclusivo, in cui tutti possano avere pari opportunità e sentirsi a casa propria.

L’attività svolta in sintonia da PD e Svp rafforza l’intesa di governo che ben sta operando in provincia e che vede i due partner di colazione collaborare, con pari dignità, su tematiche importanti, quali la sanità, l’urbanistica, il sociale, lo sviluppo economico e il lavoro, avendo come obiettivo un Alto Adige sempre più integrato nel contesto europeo, competitivo, a tutela dei suo territorio e dei suoi cittadini e che offra sempre più occasione di crescita  e di occupazione.