Di Fede: “difendere i vitalizi è clamoroso autogol della politica”

aulaconsiglioprovincialetn“Uno dei più clamorosi autogol che la politica possa realizzare è quello di continuare a difendere privilegi, come quello dei vitalizi, indifendibili soprattutto di fronte alle difficoltà che affrontano, anche in Adige Adige, famiglie, disoccupati, operai in cassa integrazione e pensionati”.

Ad affermarlo è la segretaria provinciale del Partito Democratico, Liliana Di Fede in merito alla pioggia di ricorsi presentata individualmente da ex consiglieri regionali non più attivi in politica.

“Fermo restando il sacrosanto diritto di ciascuno di poter presentare ricorso – prosegue Di Fede – non è assolutamente comprensibile andare contro una norma che, anche se in parte, pone rimedio a una situazione anacronistica in una fase di crisi in cui ben più importanti diritti sono limitati”.

Per la segretaria dei Democratici “la politica, anche in una terra ben governata come la nostra, sconta un grande deficit di credibilità. Difendere i vitalizi non è certo la mossa giusta per riannodare quell’imprescindibile rapporto di credibilità con i cittadini. La dignità della politica, intesa come servizio alla comunità, deve ritornare ad essere il punto centrale dell’azione di noi tutti, altrimenti non faremo altro che allargare la forbice tra politici e società. Il risultato non potrà che essere aumento del malcontento diffuso, ulteriore astensionismo alle elezioni e diminuzione dei tesserati ai partiti. Un mix che di certo non fa bene alla democrazia”.