Il PD vuole cambiare verso a Bressanone con Cappelletti sindaco

Mario CappellettiE’ Mario Cappelletti il candidato sindaco con il quale il Partito Democratico vuole cambiare verso a Bressanone. Commercialista, 52 anni, responsabile del Servizio contabilità e fiscale della Cassa di Risparmio di Bolzano, Cappelletti ha le idee chiare su come far ripartire la città vescovile: “Vogliamo puntare a fare della città un punto d’attrazione turistica con una propria connotazione. Bisogna per questo aumentare la ricettività e organizzare eventi sportivi e grandi manifestazioni. Bressanone ha tutte le potenzialità per essere punto di riferimento per la Val d’Isarco e per tutta la provincia”.

Ma il programma del candidato sindaco dei Democratici ha altri punti importanti. “E’ necessario recuperare e salvare la Plose, pezzo importante per la città, così come bisognerà intervenire su una serie di opere: interramento dei fili dell’alta tensione a Millan, trasformare in casello “normale” il casello autostradale di Bressanone sud, provvedere alle barriere antirumore nel tratto dell’A22 che attraversa la città vescovile. E’ poi da recuperare la zona del lido per renderla un’area per le famiglie e riqualificare la zona intorno ai due fiumi”.

E di progetto importante per Bressanone che il PD vuole portare avanti, assieme al suo candidato sindaco e alla lista di candidati per il Consiglio comunale, ha parlato Carlo Costa, coordinatore del Circolo: “Vogliamo far cambiare verso alla città che deve assumere un ruolo centrale per la Val d’Isarco e nei rapporti con la Provincia. Questo è possibile grazie al PD, forza di governo locale, provinciale e nazionale. Abbiamo come candidato sindaco un professionista non della politica e una lista di 41 persone fatta da italiani, tedeschi, giovani, uomini e donne. Puntiamo a un grande successo elettorale e a un governo stabile”.

Costa ha infine ringraziato il vicesindaco Gianlorenzo Pedron “per l’importante lavoro svolto. Il suo passo indietro va nella direzione di un giusto rinnovamento da attuare”.