Pocher: “Vogliamo continuare a governare Egna con nuove energie”

EgnaUn rinnovamento profondo e condiviso per affrontare le elezioni amministrative di domenica 10 maggio a Egna. E’ quanto ha deciso il Partito Democratico che ha scelto di candidare come sindaco Alex Pocher, 33 anni, ingegnere, libero professionista

Dopo l’addio dalla scena politica dell’attuale vicesindaco Giorgio Nones e la decisione dell’assessora Cristina Wegher Pellegrini di non ricandidare, i Democratici hanno discusso su come proseguire e sviluppare la positiva esperienza amministrativa fatta in questi 5 anni. L’Assemblea del Circolo ha, quindi, designato all’unanimità quale candidato alla corsa come primo cittadino Alex Pocher

“La decisione compatta – sottolinea Pocher – rappresenta l’unità di un gruppo, a cui si sono avvicinate nuove persone, che punta a fare bene a Egna. Punto a far sentire ognuno parte di una squadra, facendo capire cioè che tutti saranno responsabilizzati e avranno ruoli e compiti definiti e che le decisioni saranno prese sempre e solo nell’interesse del paese”

Pocher sarà affiancato da una squadra eterogenea e ben equilibrata composta da 14 persone di cui ben 6 donne a rimarcare il fatto che certi concetti, quali le pari opportunità, vanno praticate nei fatti.

La lista, composta da volti nuovi a cui si affiancano persone che da anni sostengono e aiutano il Partito Democratico, è composta da: Concetta Donadio, per tutti Imma, Michele Braito, Felicia Galeotafiore, Febo Gottardi, Paola Giacomozzi, Alessandro Sartori, Antonio Lazari,  Carla Nones, Enrico Perucatti, Sonia Zanotti, Irene Zanvettor, (candidata indipendente), Elio Scottini, Antonio Sottilotta e infine Domenico Sottilotta.

“Siamo consci dei nostri limiti, ma consapevoli delle nostre capacità – rimarca Pocher. Il Partito Democratico di Egna ha fatto bene grazie al lavoro svolto da Giorgio  e Cristina in questi anni e il nostro obiettivo è continuare su questa strada e aver la possibilità di farlo lavorando al servizio della comunità. Abbiamo inoltre deciso, in accordo con il PD provinciale di modificare il simbolo attraverso un concorso, rendendo comunque visibili tutte le 3 frazioni che caratterizzano il nostro Comune”.

Il PD di Egna, infine, invita la cittadinanza per un confronto/aperitivo sotto i portici a Egna domenica mattina, 12 aprile, dalle ore 10,  per poter spiegare come è stato immaginato il futuro della cittadina.