“Una Bolzano per tutti” con il PD è possibile

Lista PD“Bolzano per tutti”. E’ questo lo slogan per le elezioni di domenica 10 maggio del Partito Democratico, che ha presentato in Fiera i candidati per il Consiglio comunale e per le cinque Circoscrizioni.

I Democratici vogliono un capoluogo che sia per tutti i suoi cittadini, ma anche per coloro che vengono ogni giorno per lavoro, solidale, sicuro, equo e partecipato. Una Bolzano del futuro attenta ai quartieri, ad una progettazione partecipata e che coinvolga ancor di più le persone per riavvicinarle alla politica e alle scelte dell’amministrazione. Il PD rivedica con orgoglio il governo di questi anni con il suo candidato sindaco, Luigi Spagnolli, e si rilancia a continuare a governare la città forte di proposte credibili e non demagogiche, per rafforzare il ruolo di Bolzano come capoluogo della provincia e centro di interesse economico, sociale e culturale.

Di sicurezza hanno anche parlato Anna Scuttari, segretaria del Circolo Don Bosco-Europa Novacella: “bisogna puntare ad una convivenza fattiva. E’ necessario, inoltre, valorizzare i giovani e ascoltare le richieste che giungono dai quartieri”. E Alessandro Huber, segretario del Circolo Centro-Gries San Quirino: “la sicurezza è un tema importante, ma non bisogna dare risposte razziste e xenofobe”.

Ad aprire gli interventi è stato il capolista Sergio Bonagura: “dobbiamo fare squadra e avere coraggio di portare ai nostri concittadini le nostre proposte per un capoluogo che coniughi il bisogno di maggiore sicurezza con la solidarietà, che abbia un’attenzione all’ambiente e che rafforzi le proposte culturali”. Bonagura ha poi sottolineato l’importanza dei quartieri” e ha con forza posto l’accento su “Spagnolli candidato sindaco del PD. Gigi è espressione dei Democratici e poi candidato sindaco alla guida di una coalizione”.

E’ stata, quindi, la volta di Franca Berti, capogruppo uscente in Consiglio, che ha sottolineato “il grande lavoro svolto da Spagnolli di aggregare. Adesso dobbiamo ampliare il lavoro fin qui svolto da Gigi per realizzare una Bolzano veramente di tutti con equali doveri ed equali diritti”.

La consigliera uscente Miriam Canestrini ha posto l’accento “sulla necessità di riavvicinare le persone alla politica, attraverso un maggiore contatto con i cittadini”, mentre per Chiara Pasquali, assessora uscente, “bisogna puntare ancor di più sulla partecipazione per una Bolzano più equa e solidale”.

E Mauro Randi, assessore uscente, ha voluto rimarcare che “le persone devono continuare ad essere al centro del nostro agire. Abbiamo tante sfide davanti a noi, a partire dal sociale dove bisogna porre un’attenzione particolare agli anziani”

La segretaria provinciale, Liliana Di Fede, ha quindi preso la parola sottolineando “il grande lavoro fatto per Bolzano grazie all’impegno del PD. Noi Democratici siamo stati e saremo punto di riferimento di questa città che è il capoluogo della provincia”.

A chiudere la presentazione della lista del PD è stato Spagnolli: “Dobbiamo continuare a lavorare – ha detto – per la convivenza ampia tra le persone che vivono e che vengono a lavorare in città. Sono il candidato sindaco del PD e di una coalizione che ha come obiettivo quello di far crescere Bolzano. Noi siamo positivi, il PD lo è, e vogliamo impegnarci per creare occasioni di lavoro per i giovani e sviluppo. Una Bolzano com meno burocrazia e con una maggiore attenzione da parte della Provincia che deve impegnare risorse per far sì che il capoluogo possa realizzare quelle necessarie e importanti infrastrutture”.

LISTA CANDIDATI COMUNE DI BOLZANO

Programma Luigi Spagnolli

CENTRO PIANI RENCIO 2015     DON BOSCO 2015     GRIES 2015     EUROPA 2015     OLTRISARCO 2015