La vicepresidente del Senato Valeria Fedeli lunedì a Laives e Bolzano

valeria-fedeliDoppio appuntamento in Alto Adige, a sostegno della campagna elettorale del Partito Democratico, per Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato, che lunedì 20 sarà a Laives e a Bolzano.

Nella cittadina della Bassa Atesina, Fedeli prenderà un caffe, alle 15.30, al bar Antares, assieme alla candidata sindaca Liliana Di Fede e alle candidate e ai candidati al Consiglio comunale. Alle 18 la vicepresidente del Senato arriverà a Bolzano e alla giardineria Schullian, in via Merano 75/A, parlerà del tema “Se le donne contano davvero”. All’iniziativa parteciperanno il sindaco Luigi Spagnolli, il vicepresidente della provincia Christian Tommasini ed interverranno le candidate Nadia Mazzardis e Anna Scuttari e il candidato Alessandro Huber, oltre alla presenza di tutti gli altri componenti della Lista dei Democratici.

Per la Fedeli “il 2015 può essere un anno di svolta per le donne e per l’insieme del paese perché il fatto che si stia costruendo un impegno comune delle istituzioni, e di tutti i soggetti che hanno responsabilità pubbliche, per mettere al centro la priorità del lavoro delle donne, rappresenta un’opportunità politica fondamentale; in questa fase é importante riuscire a mettere da parte le differenze per investire davvero nel cambiamento, per costruire una piena e diretta partecipazione delle donne in ogni campo, e questo é parte del contributo che ciascun soggetto, con le proprie responsabilità e con i propri ruoli, può portare avanti, per attuare pienamente ciò che abbiamo votato all’unanimità quando votammo in Parlamento la Convenzione di Istanbul, straordinaria piattaforma di trasformazione politica, sociale e culturale per il contrasto e il superamento delle discriminazioni e delle violenze sulle donne”.

La vicepresidente del Senato rimarca che”bisogna ” costruire insieme un percorso di rinnovata partecipazione e rete delle donne delle istituzioni, dei sindacati, delle imprese, delle associazioni tutte, per realizzare concretamente un forte passo avanti del Paese per donne e uomini”.