Bolzano come la sogniamo: sicura, solidale e sostenibile

Lista PDBolzano città sicura e solidale

  • puntare sulla prevenzione e sul presidio del territorio, rafforzare le forme di coordinamento fra tutte le forze dell’ordine, istituire un specifico nucleo d’intervento all’interno della Polizia Municipale
  • promuovere più servizi e più opportunità di lavoro per le persone in stato bisogno, superando la cultura dell’assistenzialismo, riducendo al minimo le prestazioni economiche e collegandole al reinserimento sociale
  • valorizzare l’associazionismo e il volontariato come partner dell’Amministrazione nell’erogare servizi e nel rendere coesa la comunità, attraverso specifiche forme di sostegno
  • migliorare i servizi per gli anziani, soprattutto a domicilio
  • riforma di Azienda Servizi Sociali

Bolzano città della cultura (e della formazione)

  • valorizzare le proposte culturali come fattore di sviluppo della nostra città, come fattore di coesione tra gruppi linguistici e con in nuovi cittadini, come occasione di lavoro, come elemento di socialità. promuovere l’imprenditoria giovanile in ambito culturale (riconoscendo accanto all’associazionismo e alle istituzioni pubbliche anche il ruolo della cooperazione culturale)
  • favorire i processi di regionalizzazione delle grandi istituzioni (Fondazione Haydn, Centro S. Chiara, Teatro Stabile comunale, Fondazione Teatro ecci…), per migliorare l’offerta e razionalizzare la spesa, valorizzando il ruolo di Bolzano come regista delle politiche culturali territoriali
  • promuovere iniziative che valorizzino il ruolo della nostra città come ponte fra Nord e Sud d’Europa, come luogo di incontro fra culture diverse.

Bolzano città a misura di persona

  • favorire il trasporto pubblico rendendo il sistema più aderente alle esigenze della cittadinanza e piú attrattivo
    valorizzare la “mobilità dolce” (ciclabile e pedonale), proseguendo con lo sviluppo della rete ciclabile e perseguendo la sicurezza degli utenti
  • valorizzare il verde cittadino, realizzando nuove aree gioco per bambine e bambini, ed individuando spazi e servizi ad hoc per i proprietari di animali
  • proseguire nell’impegno a rimuovere le barriere architettoniche e senso-percettive, istituendo nuovi percorsi per ipovedenti e adottando misure di aiuto per gli audiolesi
  • riutilizzare gli spazi pubblici (ad esempio le piazze) come luoghi di aggregazione, promuovendo iniziative rivolte alla comunità (nella logica del progetto città Bene comune)

Bolzano città sostenibile e amica dell’ambiente

  • semplificare e rendere più efficiente l’amministrazione comunale anche attraverso l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione
  • promuovere la mobilità sostenibile, con l’allargamento del numero di mezzi ad idrogeno per il trasporto pubblico
    valutare, in accordo con la Provincia, l’opportunità e gli impatti (sociali, ambientali ed economici) dell’aeroporto e decidere in merito al suo ruolo per la città
  • migliorare il sistema di raccolta dei rifiuti, con l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti generici e di raggiungere il 50% del riciclo
  • mettere a regime il sistema di teleriscaldamento per ridurre costi e diminuire le immissioni nell’atmosfera
  • implementare le infrastrutture collegate con le nuove tecnologie (WIFI ecc.)
  • sviluppare un piano di sviluppo turistico

Bolzano città della crescita intelligente

  • creare una Mappa Pubblica online degli immobili privati abbandonati, predisponendo una norma PUC che consenta al Comune di attribuire ad essi una destinazione di interesse pubblico
  • proseguire nella politica del costruire sul costruito, migliorando la qualità e l’efficienza energetica degli edifici (con interventi economicamente sostenibili), favorendo un rilancio dell’edilizia e delle attività economiche ad essa connesse ed evitando di sacrificare ulteriore verde agricolo
  • incentivare i nuovi modelli abitativi, come il Social housing ed il Cohousing, in collaborazione con cooperative, IPES e privati, e studiando altresì modalità di gestione più razionali per gli alloggi comunali e per il patrimonio edilizio comunale in senso lato.
  • favorire il partenariato pubblico privato per la riqualificazione delle aree urbane, rafforzando il ruolo del pubblico come regista dei processi trasformativi
  • promuovere e sostenere l’innovazione e l’export nelle imprese bolzanine, anche attraverso il supporto della futura Azienda speciale per l’economia e del parco tecnologico
  • individuare iniziative mirate a rendere più attrattiva la città per l’imprenditoria giovanile, mettendo in rete tutti gli attori pubblici e privati del territorio, che mirino a sviluppare servizi di supporto e piattaforme per il CoWorking , con forme di incentivazione e formazione ad hoc.
  • sviluppare e riqualificare la zona industriale per creare nuove opportunità di lavoro qualificato
  • sostenere il commercio di vicinato con percorsi condivisi di riqualificazione e promozione delle attività

Bolzano città paritaria

  • promuovere  azioni a tutela delle famiglie, potenziando l’impegno nell’attuare percorsi di sostegno alla genitorialità e della terza età e sviluppando nuovi servizi di assistenza e cura
  • promuovere  azioni per salvaguardare i diritti degli “invisibili”: unioni civili, donazione degli organi esplicitata nei documenti d’identità, testamento biologico, ecc.
  • realizzare un bilancio comunale di genere, che consenta di monitorare l’evoluzione della comunità cittadina nel rapporto uomo/donna e di individuare misure di riduzione e di eliminazione degli svantaggi

Bolzano città partecipata

  • creare, sulla base del Piano di Sviluppo Strategico, del Masterplan, del PUC, del Piano Sociale e degli altri Piani Comunali, un nuovo processo decisionale sul futuro della città, che coinvolga tutte le parti interessate alle trasformazioni e ogni componente della comunità bolzanina, secondo il modello dello smart planning, con il coinvolgimento della cittadinanza
  • riformare dei consigli di quartiere del decentramento
  • promuovere un maggior coinvolgimento delle parti sociali e del terzo settore alle scelte strategiche di sviluppo della città

Bolzano città capoluogo del Sudtirolo

  • valorizzare il ruolo della città capoluogo come centro si servizi per la popolazione provinciale, adeguando dove necessario le infrastrutture necessarie e creando legami tra la realtà urbana e le periferie
  • rafforzare la collaborazione con la Provincia per la realizzazione delle infrastrutture necessarie a Bolzano, a partire dalla realizzazione della variante alla statale 12
  • ricontrattare il sistema di finanziamento della città Bolzano da parte della Provincia

Bolzano come la sogniamo