Una Bolzano bella e forte solo se vincono Spagnolli e il PD

Appello al voto “Domenica 10 maggio andiamo tutti a votare e facciamo vincere al primo turno Spagnolli e Partito Democratico per dare a Bolzano un governo stabile e forte capace di affrontare il tema della sicurezza, ma anche di mettere in campo e realizzare progetti in favore del welfare, dell’occupazione, dello sviluppo e dell’ambiente”. E’ questo in sintesi l’appello lanciato dal capolista dei Democratici Sergio Bonagura e dai candidati al Consiglio comunale Alessandro Huber, Anna Scuttari e Franca Berti.

A rimarcare che il tema della sicurezza è sì importante, ma da solo non basta è Bonagura: “Il PD ritiene che debba essere affrontato con responsabilità e con un coordinamento maggiore tra le forze dell’ordine e non può essere demandato solo all’amministrazione. Dopo di che, Bolzano ha bisogno di progetti in favore dei giovani, dell’ambiente. La sicurezza da sola non basta a creare benessere. Noi Democratici abbiamo le idee chiare e puntiamo ad essere il primo partito in città per dare la spinta giusta ad una giunta che dovrà decidere e governare il capoluogo con maggiore forza ed efficacia e non essere più sotto scacco di infinite mediazioni. Il PD ha fatto da “pompiere” nella precedente legislatura, ma dopo il 10 maggio bisogna cambiare metodo ed è per questo che bisogna votare Spagnolli e dare forza al PD”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la capogruppo uscente Franca Berti: “dare il voto al PD significa partecipare al governo della città perchè, come è successo in questa campagna elettorale, solo il PD è capace di dare ascolto e sponda alle istanze dei cittadini. Noi Democratici siamo un referente chiaro del lavoro che c’è da fare e che ha bisogno di un gioco di squadra con la Provincia, i privati e le componenti sociali”.

Cambiamento e competenze sono le parole d’ordine lanciate da Anna Scuttari. ” Votare PD – sottolinea – significa dare forza ai tanti giovani presenti in lista e che fanno politica con passione. Bolzano è cambiata molto in questi anni ed è compito nostro occuparcene prestando attenzione ai quartiere e alla convivenza”.

I Democratici come unico punto di riferimento nazionale ed europeo è l’aspetto posto all’attenzione da Alessandro Huber. “Solo il PD – rimarca – è il partito che ha un ancoraggio nazionale e può dare all’Alto Adige un respiro europeo. Votando il 10 maggio PD si dà un chiaro no a una Bolzano dei localismi, che vuole la destra italiana e tedesca, e un forte sì a una Bolzano aperta e ponte tra culture diverse”