Huber: “Saremo attenti ai territori e a coloro che hanno bisogno”

“Il Partito Democratico che voglio costruire è un partito attento ai territori, autonomista, che guarda alle nuove dinamiche della società e che al contempo non dimentichi gli ultimi e chi ha bisogno”. Alessandro Huber, neo segretario dei Democratici dell’Alto Adige, si è rivolto così ai componenti dell’Assemblea provinciale riunitasi per la prima volta stasera (lunedì 27), dopo le Primarie di domenica 12 novembre.

Ad aprire la seduta dell’Assemblea è stata Liliana Di Fede, segretaria uscente e presidente della Commissione per il Congresso. “Le Primarie – ha sottolineato – sono state belle e partecipate. Un grande lavoro di cui non possiamo non andare soddisfatti. Un’importante prova di democrazia da cui usciamo rafforzati”. Di Fede ha, quindi, messo in votazione l’unica proposta per la presidenza dell’Assemblea, avanzata da Huber, e, su proposta di Carlo Bassetti, Nadia Mazzardis, vicesegretaria uscente, è stata eletta per acclamazione.

“Come PD – ha rimarcato Mazzardis – dobbiamo mettere in atto azioni concrete ed avere una visione politica chiara per far vedere un PD aperto”. La neo presidente, che ha sottolineato che lavorerà per tutti, ha annunciato la costituzione dei Forum tematici permanenti. E’ stata poi la stessa Mazzardis che, dopo aver dato i risultato delle Primarie, ha proclamato Alessandro Huber segretario.

Huber, che ha ringraziato il suo avversario Uwe Staffler, ha posto l’accento “sul volersi prendere cura della cosa pubblica con la forza delle nostre idee. Abbiamo davanti un compito arduo visto il forte vento di destra e il grillismo, ma dobbiamo essere all’altezza delle sfide con grande impegno. Ascolterò sempre tutti – ha proseguito – per trovare una sintesi, con la consapevolezza di lavorare con un gruppo. E’, infatti, tempo di inclusione per un centrosinistra compatto”.

Huber è, quindi, passato a presentare la segreteria che risulta composta da: le due vicesegretarie Renate Prader e Sara Endrizzi, Emiliano Lutteri, Matteo Bonvicini, Miriam Canestrini, Diego Zanella, Alessio Evangelista, Mauro De Pascalis, Carlo Visigalli e Paolo Sticcotti in rappresentanza dei Giovani Democratici.