La nuova Assemblea Nazionale

A poco più di un anno dalla sfortunata giornata del 4 marzo il Partito rinnova la sua Assemblea Nazionale che ha eletto Paolo Gentiloni come proprio Presidente. Il discorso inaugurale del neo-segretario Nicola Zingaretti, l’elezione dei vari organi del partito tra cui la direzione e la ritrovata unità sono solo alcuni dei punti trattati all’Ergife a Roma.

Il PD dell’Alto Adige è rappresentato da cinque componenti.

L’esito delle primarie ha determinato la distribuzione dei seggi tra le mozioni, eleggendo tre componenti per la lista Zingaretti, uno per la lista Martina e infine uno per la lista Giachetti. Due giovanissimi: Daniele Di Lucrezia e Diego Laratta, il Vicesindaco di Egna Alex Pocher e Stefania Gander che coordina la mozione Giachetti. Completa la quintina l’Onorevole Maria Luisa Gnecchi.

Abbiamo chiesto agli eletti di raccontarci la loro esperienza.

Diego Laratta

Domenica 17 marzo ho partecipato all’assemblea nazionale del Partito Democratico eletta con le primarie del 3 marzo 2019. La sensazione provata durante tutta la durata dell’evento è stata quella di grande passione e, non nascondo, anche di un certo orgoglio di far parte di uno degli organi fondamentali per lo sviluppo e la crescita del più grande Partito di centrosinistra italiano. All’assemblea ho notato che c’è un’aria nuova, di cambiamento, di rinnovamento ma soprattutto di voglia di unità. Solo insieme possiamo vincere e, in quanto membro dell’Assemblea, sento su di me la responsabilità di quanto gli elettori ci hanno chiesto con le primarie del 3 marzo, ossia di far fronte a questo pericoloso governo di destra.

Maria Luisa Gnecchi

Prima assemblea nazionale dopo le primarie, buon clima, grande affollamento, ordine per gli accreditamenti, si può dire che può esserci la speranza di poter ricostruire. Zingaretti ha dato un grande impulso e un’iniezione di ottimismo e voglia di cambiamento. Ha trasmesso forza, energia ed entusiasmo.
Abbiamo scelto di occupare una fila di sedie con i Trentini, come buon auspicio di collaborazione, a Trento le primarie sono state oltre che per segretario e assemblea nazionale anche per il locale, è stata eletta Lucia Maestri come segretaria.
Non siamo riusciti a trovare Alex Pocher perchè nella sala dell’Ergife non si riesce a telefonare e tra più di mille persone non lo abbiamo “rintracciato”. Stefania Gander, Diego Laratta, Daniele Di Lucrezia, Mauro Depascalis ed io abbiamo vissuto insieme questa prima esperienza del nuovo corso. Per me è stato molto piacevole ritrovare persone con le quali ho vissuto un intenso percorso parlamentare. I segretari regionali sono componenti di diritto sia dell’assemblea nazionale che della direzione, il problema per le nostre 2 province autonome è che i segretari hanno anche un lavoro a tempo pieno e partecipare alle attività nazionali non sarà facile, per questo abbiamo registrato la delusione per la mancanza di ulteriori presenze in direzione nazionale dei nostri 2 territori. Trento ha il presidente della Giunta della Lega e non ha più neanche un parlamentare, noi abbiamo la Lega in giunta provinciale, dovremo riuscire a far funzionare gli organismi del partito locali e individuare una modalità di cordinamento a livello locale dei 2 PD e con il nazionale.
Ci saranno ancora da creare la segreteria nazionale e i dipartimenti e i forum, quindi la possibilità di essere maggiormente coinvolti c’è.