Post in evidenza

La nuova Assemblea Nazionale

A poco più di un anno dalla sfortunata giornata del 4 marzo il Partito rinnova la sua Assemblea Nazionale che ha eletto Paolo Gentiloni come proprio Presidente. Il discorso inaugurale del neo-segretario Nicola Zingaretti, l’elezione dei vari organi del partito tra cui la direzione e la ritrovata unità sono solo alcuni dei punti trattati all’Ergife a Roma.

Il PD dell’Alto Adige è rappresentato da cinque componenti.

L’esito delle primarie ha determinato la distribuzione dei seggi tra le mozioni, eleggendo tre componenti per la lista Zingaretti, uno per la lista Martina e infine uno per la lista Giachetti. Due giovanissimi: Daniele Di Lucrezia e Diego Laratta, il Vicesindaco di Egna Alex Pocher e Stefania Gander che coordina la mozione Giachetti. Completa la quintina l’Onorevole Maria Luisa Gnecchi.

Abbiamo chiesto agli eletti di raccontarci la loro esperienza.

Diego Laratta

Domenica 17 marzo ho partecipato all’assemblea nazionale del Partito Democratico eletta con le primarie del 3 marzo 2019. La sensazione provata durante tutta la durata dell’evento è stata quella di grande passione e, non nascondo, anche di un certo orgoglio di far parte di uno degli organi fondamentali per lo sviluppo e la crescita del più grande Partito di centrosinistra italiano. All’assemblea ho notato che c’è un’aria nuova, di cambiamento, di rinnovamento ma soprattutto di voglia di unità. Solo insieme possiamo vincere e, in quanto membro dell’Assemblea, sento su di me la responsabilità di quanto gli elettori ci hanno chiesto con le primarie del 3 marzo, ossia di far fronte a questo pericoloso governo di destra.

Maria Luisa Gnecchi

Prima assemblea nazionale dopo le primarie, buon clima, grande affollamento, ordine per gli accreditamenti, si può dire che può esserci la speranza di poter ricostruire. Zingaretti ha dato un grande impulso e un’iniezione di ottimismo e voglia di cambiamento. Ha trasmesso forza, energia ed entusiasmo.
Abbiamo scelto di occupare una fila di sedie con i Trentini, come buon auspicio di collaborazione, a Trento le primarie sono state oltre che per segretario e assemblea nazionale anche per il locale, è stata eletta Lucia Maestri come segretaria.
Non siamo riusciti a trovare Alex Pocher perchè nella sala dell’Ergife non si riesce a telefonare e tra più di mille persone non lo abbiamo “rintracciato”. Stefania Gander, Diego Laratta, Daniele Di Lucrezia, Mauro Depascalis ed io abbiamo vissuto insieme questa prima esperienza del nuovo corso. Per me è stato molto piacevole ritrovare persone con le quali ho vissuto un intenso percorso parlamentare. I segretari regionali sono componenti di diritto sia dell’assemblea nazionale che della direzione, il problema per le nostre 2 province autonome è che i segretari hanno anche un lavoro a tempo pieno e partecipare alle attività nazionali non sarà facile, per questo abbiamo registrato la delusione per la mancanza di ulteriori presenze in direzione nazionale dei nostri 2 territori. Trento ha il presidente della Giunta della Lega e non ha più neanche un parlamentare, noi abbiamo la Lega in giunta provinciale, dovremo riuscire a far funzionare gli organismi del partito locali e individuare una modalità di cordinamento a livello locale dei 2 PD e con il nazionale.
Ci saranno ancora da creare la segreteria nazionale e i dipartimenti e i forum, quindi la possibilità di essere maggiormente coinvolti c’è.

I Giovani al Centro – con Bobo Craxi

Martedì 16 Ottobre alle ore 18:00 presso la Sala del Kolping a Bolzano si terrà l’Evento “I Giovani al Centro con Bobo Craxi” organizzato da Marco Fonte, un nostro giovane esponente di lista in quota Partito Socialista Italiano. All’incontro saranno presenti come di relatori Bobo Craxi, Enrico Maria Pedrelli (membro della Segreteria di FGS) e il nostro Marco Alberto (Segretario dei Giovani Democratici). Un incontro che verterà sulla necessita di mettere i giovani al centro del progetto politico di questa terra: essi rappresentano il futuro, un futuro che questa lista si impegna a non trascurare mai.

La Lista del PD e delle Civiche

Il Partito Democratico si presenta alle Elezioni Provinciali in lista insieme alle Civiche, a Più Europa e al Partito Socialista Italiano. La squadra dei 35 candidati è composta da donne e da uomini differenti per età, per ambiente di riferimento e per tante altre caratteristiche, ma unite da un comune interesse per la nostra terra, per la democrazia, e per il genuino desiderio di servire attraverso la politica il proprio popolo. Un popolo misto, unito e plurilingue.

Christian Tommasini

1. Christian Tommasini

#impegno #passione #solidarietà

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Casolari

 

2. Andrea Casolari

#civica #competenze #innovazione

 

 

 

 

 

 

Renate Prader

 

3. Renate Prader

#PariOpportunità #Famiglia #Plurilinguismo

 

 

 

 

 

 

Sandro Repetto

 

4. Sandro Repetto

#Solidarietà #Competenza #Equilibrio

 

 

 

 

 

Sara Endrizzi

 

5. Sara Endrizzi

#Coerenza #Futuro #Cambiamento

 

 

 

 

 

 

Dunja Tassiello

 

6. Dunja Tassiello

#Rispetto #Serietà #Determinazione

 

 

 

 

 

 

Elena Dondio

 

7. Elena Dondio

#PiùLegalità #PiùSicurezza #PiùEuropa

 

 

 

 

 

Elena Dondio

 

8. Mauro De Pascalis

#Equità #Lavoro #Istruzione

 

 

 

 

 

DSC_1151

 

9. Petra Agnelli

#Scuola #Lavoro #Futuro

 

 

 

 

 

 

DSC_1284

 

10. Marco Alberto

#Giovani #Servizi

 

 

 

 

 

 

Bancaro Monica 9

 

11. Monica Bancaro

#Lavoro #Diritti #Solidarietà

 

 

 

 

 

 

DSC_0521

 

12. Alessandro Azzarita

#Lavoro #Europa #Futuro

 

 

 

 

 

 

DSC_3557

 

13. Cristina Busetti

#ScuolaBilingue #Famiglia #Lavoro

 

 

 

 

 

 

DSC_0803

 

14. Simon Bergamo

#Sicurezza #Volontariato #Ambiente

 

 

 

 

 

 

DSC_0875

 

15. Beatrice Calligione

#Obiettivo #Confronto #Risultato

 

 

 

 

 

 

DSC_6065

 

16. Roberto Buson

#Rispettò #Onestà #Serietà

 

 

 

 

 

 

Gander Stefania 2

 

17. Stefania Gander

#Europa #Convivenza #Sviluppo

 

 

 

 

 

 

DSC_0713

 

18. Isuf Camema

#Integrazione #Sicurezza #Sport

 

 

 

 

 

 

DSC_0929

 

19. Brunilda Hysaj

#Rispetto #Fiducia #Libertà

 

 

 

 

 

 

DSC_0983

 

20. Daniele Di Lucrezia

#Passione #Responsabilità #Futuro

 

 

 

 

Mattei Roberta 5

 

21. Roberta Mattei

#Lavoro #Sicurezza #Cambiamento

 

 

 

 

 

 

DSC_5982

 

22. Emiliano Lutteri

#Solidarietà #Innovazione #ThinkDifferent

 

 

 

 

 

 

DSC_0741

 

23. Aneta Ngucaj

#Solidarietà #Integrazione #Territorio

 

 

 

 

 

 

DSC_0546

 

24. Daniele Moretti

#Idee #Affidabilità #Concretezza

 

 

 

 

 

 

DSC_6126

 

26. Alex Pocher

#Coraggio #Lavoro #Futuro

 

 

 

 

 

 

DSC_0832

 

27. Giuliano Rebellato

#BeneComune #Plurilinguismo #Salute

 

 

 

 

 

 

DSC_1195

 

28. Claudio Rossi

#Scuola #Ambiente #Sostenibilità

 

 

 

 

 

 

DSC_0693

 

29. Silvano Schiavo

#Sanità #Scuola #IntegrazioneOperosa

 

 

 

 

 

 

Stablum Ferdinando 9

 

30. Ferdinando Stablum

#Concretezza #Solidarietà #Sicurezza

 

 

 

 

 

 

Timperio Marco 4

 

31. Marco Timperio

#Rispetto #Educazione #GiustiziaSociale

 

 

 

 

 

 

Zanella Carlo 6

 

32. Carlo Alberto Zanella

#Ecologia #Territorio #Toponomastica

 

 

 

 

 

 

DSC_0629

 

33. Alessandro Bertinazzo

#GiustiziaSociale #Coerenza #CompetenzeePassione

 

 

 

 

 

 

DSC_6020

 

34. Renata Tomi

#Sanità #Lavoro #ImmigrazioneRegolamentata

 

 

 

 

 

 

DSC_0660

 

35. Marco Fonte

#Futuro #Cambiamento #Socialismo

 

 

 

 

 

 

Presentato il nuovo simbolo per le Provinciali 2018

IMG_3869

Nella giornata di ieri la coalizione PD e Civiche con i Socialisti e Più Europa ha presentato il simbolo per le elezioni provinciali 2018 alla stampa.

Un nuovo simbolo per una nuova ed aperta coalizione, che sappia guardare oltre gli schemi del passato per bloccare le nuove destre e continuare a proporre un modello sostenibile per la nostra terra. La lista ha scelto un contrassegno capace di rappresentare tutte le forze presenti: in basso su sfondo blu un richiamo alle civiche che, rappresentate da Andrea Casolari al secondo posto di lista, giocano un ruolo importante in questo nuovo progetto. Al centro il logo del Partito Democratico dell’Alto Adige sottostante a una banda rossa che richiama i Socialisti Europei, alleati di coalizione nonché gruppo di appartenenza del PD in Europa.

Infine, in alto sul tradizionale sfondo blu la bandiera Europea, che richiama al movimento + Europa ma anche a uno dei valori fondanti del Partito Democratico e della coalizione per le provinciali: siamo europeisti e vogliamo dirlo apertamente.

Durante la conferenza stampa il Segretario Huber ha ribadito le motivazioni di una candidatura, la soddisfazione di aver chiuso un accordo capace di unire le forze di centrosinistra e ha lanciato un preciso messaggio alla Lega, principale avversario in questa tornata elettorale: noi siamo un’altra cosa e avremo tempo di discuterne in questi due mesi di campagna. Spetterà alla Volkspartei in caso decidere se stare con la destra di Salvini e di Marine Le Pen, o con i Partiti Europeisti che storicamente hanno sempre lottato per l’autonomia della nostra terra.